Fotografia satellitare dell'Uragano ALEX
Tempesta che si abbatte su una spiaggia caraibica
Detriti e alberi sradicati dopo una tempesta caraibica
“ Caraibi: gestione emergenze / Gruppo di soccorso uragani  ”

 

Speciale: come fondare un centro di ricerca meteorologica

Centro risorse megatropic

Fornisce informazioni, risorse e relazioni su problematiche legate agli uragani e tempeste e di emergenza nei Caraibi e area America Centrale. È possibile trovare un protocollo di emergenza e gestire rimuovere detriti e assistere le vittime dell'uragano. Megatropic fornisce anche notizie e illustrazioni per ogni Hurrican dal 1997 ad oggi. Aiuti alle famiglie come prestiti online e cessione del quinto non sono forniti.

Scommettere ... Sul meteo ?

E' vero che spesso si contesta ai meteorologi l'azzardo e l'incertezza delle previsioni fatte, visti i tanti elementi e le infinite variabili in gioco, ma a quanto pare in Irlandia l'associazione di idee ha creato un'idea davvero stravagante. Continua a leggere

Domenica 27 Aprile 2010

Uragano "ALEX"

alex

Alex è stato un uragano di categoria 3 tempesta che è approdato su 26 agosto 1998 nel sud della Carolina del Nord.

Domenica 27 Aprile 2010

Stagione degli uragani 2010

L'uragano atlantico stagione 2010 è il periodo durante il quale nel 2010 cicloni tropicali si formano nell'Oceano Atlantico. Gli annunci che la stagione è iniziata ufficialmente il 1 giugno 2010 e terminerà il 30 novembre, data che convenzionalmente delimitare il periodo di ogni anno, quando la maggior parte sotto forma di sistemi tropicali nel bacino. Prevedere la potenza distruttiva degli uragani sarebbe come tentare la sorte al casinò online nonostante la tecnologia ci venga in supporto da qualche decennio. La stagione è iniziata con l'uragano Alex, una tempesta di categoria 2 sulla scala Saffir-Simpson Hurricane Scale che ha colpito la penisola dello Yucatán, come una tempesta tropicale e nord-est a sud del confine Messico Texas a intensità di picco.

Frigoriferi e buco nell'ozono: un problema ancora attuale ?

Quello del buco dell'ozono è l'unico problema inerente l'ambiente che si è risolto positivamente. Infatti, l'ozono nella stratosfera sull'Antartide sta piano piano ritornando alla normalità. L'ozono è lo scudo che ci ripara dall'azione nociva dei raggi ultravioletti del sole. Erano gli anni '80 quando uno scienziato scoprì i danni all'ozono, identificandone anche la causa, i clorofluorocarburi, cosa che gli valse il premio Nobel per la chimica nel 1995.

Quindi gli imputati principali di quello che era stato quasi considerato un disastro ambientale di proporzioni inaudite erano i gas contenuti nelle bombolette spray, lacche per capelli, deodoranti, repellenti per insetti, e il liquido refrigerante dei frigoriferi. Oggi, naturalmente, le nuove tecnologie vengono incontro anche all'ambiente,costruendo elettrodomestici che abbiano un minimo impatto sull'ambiente e che possano quindi ridurre l'inquinamento ed essere smaltiti con più facilità. Appartengono a questa categoria i frigoriferi classe AA che non solo consentono di risparmiare notevolmente sui costi dell'energia elettrica in bolletta, ma riducono quasi a zero l'impatto sull'ambiente.

Tempo fa, invece, il frigorifero liberava gas chimici che salivano direttamente nell'atmosfera, danneggiando pesantemente l'ozono. L'attenzione che si pose negli anni in cui fu lanciato l'allarme, ha mobilitato le coscienze, grazie anche al massiccio intervento sul campo degli ambientalisti. Il risultato fu il protocollo di Montreal che metteva al bando i clorofluorocarburi. Grazie a tutto questo movimento, politico ed ecologico, il "buco" dell'ozono ha iniziato a ridimensionarsi, al punto che a oggi si può considerare un caso felicemente concluso.

Fortunatamente l'attenzione per l'ecologia, dunque la salvaguardia dell'ambiente, ha smosso gli interessi economici, prevalendo su di essi in molti casi. Attualmente quindi si presta particolare attenzione a cosa viene prodotte, a come viene prodotto e a come si può smaltire senza creare danni all'ecosistema. Case sempre più ecologiche e tecnologiche rendono non solo più facile la vita elle persone, ma agevolano anche l'ambiente, consentendo un risparmio notevole anche in termini di denaro.